I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

La realtà virtuale non è mai stata così reale

Con DOMUS3D® e la realtà virtuale Maticad il progettista è in grado di presentare il proprio lavoro in modo estremamente convincente ed emozionale.

Maticad_VR_02

Nel 1957 il regista Morton Heilig creò Sensorama, un dispositivo meccanico pensato per immergere lo spettatore all’interno dell’esperienza cinematografica. Si trattava allora di una specie di cabina con una sedia all’interno e un vano in cui infilare il viso per osservare immagini in tre dimensioni. Grazie a ventilatori per simulare il vento, audio stereofonico e persino ad un sistema per riprodurre profumi e odori, il dispositivo, seppure rudimentale, poteva regalare un’esperienza molto intensa.
Quella di Heilig è stata un’intuizione, un’idea innovativa, forse troppo innovativa per la tecnologia a disposizione all’epoca. Sono trascorsi sessant’anni da allora, ma il desiderio di sviluppare strumenti per coinvolgere ed appassionare in misura sempre crescente il pubblico non si è assopita. Oggi, grazie al progresso tecnologico, questo desiderio trova un nuovo sbocco nelle applicazioni di realtà virtuale.
L’espressione “realtà virtuale” ha assunto nel tempo significati diversi, e la differenza l’ha spesso fatta il medium tecnologico. La tecnologia rappresenta infatti la porta d’accesso, l’elemento in grado di permettere il salto tra la dimensione reale e quella virtuale, dove tutto può cambiare: scenario, ambientazione, cognizione di sé stessi, visuale. La grande novità degli ultimi anni sta nel fatto che la tecnologia offre potenzialità nuove ed estremamente innovative, consentendo alla realtà virtuale di effettuare continui salti in avanti in territori interessanti e finora esplorati solamente dalla science fiction. Grazie ad una sempre maggiore semplicità di utilizzo e di un sempre minore costo economico, non si tratta più di strumenti legati solamente al dorato mondo dell’entertainment cinematografico o videoludico. Oggi sono in molti a studiare applicazioni che siano di supporto al mondo business, in tutte le sue declinazioni. Tra questi, Maticad è una delle prime aziende nel suo campo ad aver sviluppato una serie di strumenti che siano di supporto ai progettisti e agli interior designer. La realtà virtuale di Maticad è stata sviluppata con lo scopo di proiettare l'utilizzatore all'interno di un ambiente, per esempio la propria casa così come risulterà una volta che il progetto del designer sarà stato completato nella realtà, ampliando così il senso di coinvolgimento nel processo creativo e decisionale della ristrutturazione.

Attraverso l’immersione sensoriale si possono percepire dimensioni e proporzioni in maniera realistica, cosa impossibile con un semplice disegno 2D o anche con un progetto 3D, perché questi contengono sempre distorsioni prospettiche. Quando si indossano i visori VR, invece, la sensazione è quella di trovarsi e muoversi dentro un ambiente reale, poiché visuale e prospettiva variano seguendo il movimento della testa.

Maticad_VR_01

Per raggiungere questo risultato, il software di progettazione DOMUS3D®, sviluppato e distribuito da Maticad, si avvale dei più potenti e conosciuti motori di rendering al mondo, V-Ray e Mental Ray. Grazie a questi è in grado di riprodurre accuratamente i materiali presenti nell’ambiente, ma anche luci e ombre, in maniera talmente sofisticata e dettagliata da rendere l’esperienza assolutamente assimilabile alla realtà.

Con DomuS3D® e la realtà virtuale Maticad il progettista è in grado di presentare il proprio lavoro in modo estremamente convincente ed emozionale, ma allo stesso tempo semplice, mentre il cliente può lasciarsi ispirare dal lavoro del progettista e immergersi in esso come se le attività di ristrutturazione della propria casa fossero già terminate.


Clicca qui per ulteriori informazioni