I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Nuovo motore di rendering: V-Ray

La nuova versione di DomuS3D®, Pegasus, raddoppia la potenza di rendering affiancando al collaudato mental ray® il nuovo motore di rendering V-Ray

In DomuS3D® Pegasus è stato integrato un secondo motore di rendering, V-Ray che si affianca a quello preesistente, mental ray®. Le licenze Professional hanno a corredo uno dei due motori abilitati, mentre il secondo può eventualmente essere acquistato come modulo opzionale. Le peculiarità di V-Ray, rispetto a Mental Ray sono:

  • Semplicità: nonostante l’elevato numero di parametri disponibili in motori di rendering di questa portata, oltre a rendere disponibili tre preset per la generazione di immagini in bassa, media ed alta qualità, in V-Ray è disponibile la modalità di esposizione automatica per cui tale scelta può essere delegata al programma. Analogamente come avviene con la modalità “automatica” delle fotocamere, con V-Ray è possibile provare ad eseguire un rendering in qualunque condizione affidandosi, almeno in prima battuta, a questo automatismo.
    Ovviamente, come avviene anche con le macchine fotografiche, per un buon risultato bisogna evitare situazioni di controluce, cioè evitare di avere la luce solare che entra frontalmente nella scena. Qui di seguito un esempio di rendering effettuato con esposizione automatica.
    Dopo aver eseguito un primo rendering di prova con la modalità di esposizione automatica, è possibile eseguire i rendering successivi ripartendo da questo valore, eventualmente modificandolo nel modo che si ritiene più opportuno.
  • Velocità: a parità di condizioni e qualità, V-Ray è sensibilmente più veloce nella generazione delle immagini fotorealistiche.
  • Displacement: implementata la funzionalità del “displacement” che, attraverso una nuova tipologia di bump dedicata, permette di ottenere gli effetti di rilievo delle superfici più frastagliate.
  • Rendering su GPU: con il motore V-Ray abilitato, è disponibile un secondo motore di rendering in grado di sfruttare, in presenza di una scheda grafica performante, la potenza elaborativa della GPU (se non si ha una buona scheda grafica è possibile utilizzare la CPU). Attivando la funzione Immagine dinamica, si apre una finestra in cui in pochi secondi inizia a materializzarsi l’immagine di rendering che si affina sempre più col passare del tempo. Nel frattempo è possibile continuare ad operare e se ci si muove all’interno della finestra di navigazione, nella finestra di V-Ray RT l’immagine si aggiorna ripartendo a renderizzare la scena dal nuovo punto di vista.(contattare Maticad per conoscere le caratteristiche del rendering su GPU)
  • Rendering distribuito: la nuova versione di Render Manager consente di utilizzare sino a 10 PC per distribuire il carico di lavoro relativo al rendering, migliorando drasticamente le prestazioni e diminuendo i tempi di calcolo.